<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=512899172469810&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

3 consigli per conservare le pappe per bambini quando sei fuori casa

Qualche piccolo accorgimento per mantenere costante la temperatura di liquidi e pappe.

Scritto da Miniland

aprile 9, 2018

Tempo di lettura: 3 minuti

Gita fuori porta fa rima con pranzo al sacco. E in primavera, di gite fuori porta, se ne fanno tante. Ecco perché è meglio non essere impreparate. Di seguito trovi qualche semplice indicazione per conservare i cibi in modo ottimale.

Primavera, tempo di passeggiate all’aperto.


Finalmente si possono fare camminate sotto il sole, scampagnate nei boschi e gite fuori porta. Ciò significa anche fare tanti pranzi fuori casa e questo, per una mamma che sta svezzando, potrebbe essere un problema.

Come regolarsi con la pappa? Un buon metodo è quello di prepararla a casa e di portarla con sé il giorno della gita. In questo modo non solo potrai risparmiare (evitando di comprare pappe già pronte) ma assicurerai al tuo bambino del cibo sano, con tutte le sostanze e i nutrienti necessari per la sua crescita.

Ecco qualche consiglio per conservare le pappe per bambini quando non sei a casa.

Consiglio #1 - Utilizza i contenitori giusti

Una pappa, per essere sana e gustosa, deve essere conservata in modo impeccabile, in contenitori portapappa realizzati con materiali all’avanguardia e in grado di conservare nutrienti e temperatura.

Iniziamo dai thermos, essenziali per la conservazione dei liquidi. Principalmente, i thermos possono essere di due materiali: in vetro e in acciaio. Sono da privilegiare i thermos in acciaio: questo materiale è più igienico e impedisce la formazione di muffe al suo interno. Meglio ancora se l’acciaio è a doppio strato, perché in questo modo la temperatura si conserva più a lungo.

Per quanto riguarda i cibi solidi, esistono dei thermos molto capienti pensati per conservare gli alimenti. Anche in questo caso, devono essere di un materiale eccellente per poter mantenere intatti la temperatura e i nutrienti. E quando si tratta di bambini, non guasta che siano colorati: i piccoli saranno più invogliati a toccarli, ad afferrarli e quindi, in definitiva, a mangiare il loro contenuto.

Infine, le borse termiche. Devono essere robuste e realizzate con materiali tech, per esempio il neoprene, che isolano dai cambiamenti di temperatura ambientale.

come conservare le pappe per bambini quando sei fuori casa

Consiglio #2 - Usa uno scaldabiberon/scaldavasetti da auto

E se, nonostante tutti gli accorgimenti, i cibi si dovessero raffreddare, si possono sempre riportare a una temperatura ottimale utilizzando uno scaldabibeon o uno scaldavasetti da auto. Sono apparecchi che funzionano con un adattatore di corrente, che permette di usarli anche in automobile. Un modo pratico e veloce per essere certa che gli alimenti siano sempre della temperatura giusta.

Consiglio #3 - Pulisci accuratamente le borse frigo

Le borse frigo formano un ambiente chiuso e umido: un luogo perfetto per la proliferazione dei batteri, quando la temperatura di alza. Per questo è essenziale pulirle con estrema accuratezza, una volta tornati dalla gita. Svuotale ed elimina avanzi, briciole, tovagliolini usati e posate sporche. Dopo di che, procedi con una pulizia più accurata con acqua e bicarbonato, o acqua e aceto. Infine, lascia asciugare al sole, per evitare la formazione di cattivi odori. Solo con una pulizia scrupolosa la borsa sarà in grado di conservare al meglio gli alimenti per la prossima gita.

Insomma, basta organizzarsi con un po’ di anticipo e potrai assicurare al tuo piccolo un pasto perfetto, come se lo avessi appena preparato. Garantendogli la bontà e il benessere che si merita.


New Call-to-action