<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=512899172469810&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Come addormentare un bebè agitato e nervoso

Un aiuto può arrivare dalla tecnologia

Scritto da Miniland

novembre 20, 2020

Tempo di lettura: 3 minuti

Quando un bambino è nervoso e non dorme spesso lo stress coinvolge tutta la famiglia. Per interrompere il circolo vizioso, dobbiamo rallentare e calmare prima noi stessi.

Cercare di far dormire un bimbo nervoso è un’impresa praticamente impossibile. Se prima non si cerca di calmarlo e rassicurarlo, infatti, il rischio è quello di attivare un circolo vizioso di pianti e stress, che può solo portare a lunghe notti in bianco per tutti.

Se il nervosismo generale diventa pesante, infatti, tutti gli psicologi sono concordi nell’affermare che non bisogna cercare di modificare l’umore del bambino ma il contesto, ovvero l’atteggiamento che si ha nei suoi confronti.


Lo stress è contagioso

Lo stress e il nervosismo, si sa, sono molto contagiosi: non ha tanto senso dunque parlare di bambini agitati, perché di solito il problema coinvolge tutta la famiglia. Ci sono momenti in cui i bimbi diventano lo specchio delle nostre emozioni e il primo passo per calmarli è proprio calmare noi stessi. Dunque, prima di provare a mettere nella culla un bebè che non ne vuole sapere, cominciamo a cambiare prospettiva, lavorando un pochino su di noi.

Prendiamoci una pausa. Che sia una seduta di mindfulness casalinga , una tazza di camomilla o una doccia con olio aromatico, il segreto è proprio cercare di arrivare al momento della nanna lasciandoci alle spalle, per quanto possibile, le tensioni della giornata.

Chiediamoci perché nostro figlio è agitato

Se nostro figlio alla sera è sempre nervoso, sta sicuramente esprimendo un disagio. Il compito di un buon genitore è intercettarlo e cercare di rassicurarlo. I ritmi frenetici, le preoccupazioni e i telegiornali non aiutano certo a distendere il clima casalingo. Proviamo magari a staccare la spina noi adulti una mezzoretta prima di mettere a nanna il piccolo. Non si tratta di nascondere le nostre emozioni, ma di mostrare ai bimbi che, anche se si è stressati, ci si può calmare.


Una dose extra di coccole serali

Quando si avvicina la sera, dobbiamo cominciare a rallentare e provare ad abbandonarci alle coccole, sarà la nostra ricompensa delle fatiche quotidiane.
Un bel bagnetto, un abbraccio affettuoso, tante carezze e una sequenza di paroline dolci di mamma e papà sono sicuramente la migliore medicina per placare ansia e stress.

Natural Sleeper di Miniland un aiuto dalla tecnologia

Anche la tecnologia ci può aiutare per creare in casa e in particolare in cameretta un ambiente più disteso e rilassante. Il NATURAL SLEEPER di Miniland
nasce proprio per trasformare l’atmosfera in modo assolutamente naturale e infondere un senso di benessere e relax al bambino e a tutta la famiglia.
Si tratta di un dispositivo tattile da posizionare di fianco alla culla o al lettino, in grado di stimolare il rilassamento dei sensi attraverso l’emissione di rumore bianco, luce tenue colorata e la vaporizzazione di essenze naturali.

dispositivo rilassante luci e suoni natural sleeper miniland

Il suono programmato, che riesce a coprire tutti i rumori ambientali, è progettato per accompagnare i piccoli (e non solo!) nelle braccia di Morfeo, perché favorisce un riposo profondo e senza interruzioni. Insieme ai suoni, possiamo programmare anche una serie di lucine colorate soffuse e di aromi rilassanti per assicurare anche al piccolo più agitato la più serena buonanotte. E se poi scarichiamo l’app eMyBaby, possiamo accedere a tantissime canzoncine e melodie rilassanti pensate apposta per i più piccoli da personalizzare e collegare al nostro NATURAL SLEEPER per creare la play list dei nostri sogni.