Home Condividi

Come scegliere il termometro giusto per il tuo bambino

A ogni bambino il suo termometro.

Scritto da Miniland

febbraio 5, 2018

Tempo di lettura: 3 minuti

Un buon termometro è essenziale per prenderti cura in modo efficace della salute del tuo bambino. Ma quale modello scegliere?

Il tuo bambino ha fronte calda, guance arrossate ed è sudaticcio? Allarme rosso: pericolo febbre in arrivo!


Quando sospetti che il tuo piccolo possa avere la febbre, è importante sapere con esattezza qual è la sua temperatura: avvalersi di un buon termometro è il primo passo per renderti conto delle sue condizioni

E qui arriva il bello: che termometro usare? La tecnologia ha moltiplicato le scelte di modelli, ma a volte questo può mettere un po’ in crisi le mamme, che non sanno qual è la tipologia che meglio si adatta alle esigenze del proprio piccolo.

Il parametro principale per scegliere il termometro più adatto è l’età del bambino.


Per i bambini fino a 3 mesi, ad esempio, la scelta migliore è il termometro rettale. Come si prende la misurazione? La posizione più diffusa consiste nel far sdraiare il bambino sul fianco e piegargli le gambine ad angolo retto. Bisogna eseguire la manovra con estrema delicatezza, e il termometro deve essere inserito per circa due centimetri di profondità. Non forzare se senti resistenza. Prima dell’uso, Il termometro deve essere lavato con un po’ di acqua corrente tiepida, strofinato con una garza imbevuta di disinfettante e poi risciacquato di nuovo con acqua tiepida. La punta deve essere cosparsa di un lubrificante apposito che si può trovare in farmacia. Tendenzialmente, la temperatura rettale superiore a 38 °C è da considerarsi febbrile, ma è sempre meglio consultare un medico.

Termometro per bambini

Per i bambini da 3 mesi a 4 anni, invece, si possono usare i termometri senza contatto, che prendono la misurazione della febbre tramite l’orecchio o tramite la fronte. Sono molto precisi ed accurati e, visto che non richiedono il contatto diretto con il bambino, sono anche i più sicuri.

I bambini con età superiore ai 4 anni possono usare lo stesso termometro che viene utilizzato dalla famiglia. Uno dei migliori è il termometro ascellare. Se il termometro non viene posizionato bene, la misurazione rischia di rivelarsi poco accurata, anche perché può risentire della temperatura ambientale. Ma è anche vero che la misurazione ascellare è veramente poco invasiva, e quindi è perfetta per i bambini. Se si opta per un termometro ascellare elettronico aumenterai la possibilità di prendere misurazioni più precise. Un altro tipo di misurazione è quello per via orale. Un termometro orale è sicuro e di solito permette di ottenere misurazioni accurate. È facile da usare: semplicemente, bisogna posizionarlo sotto la lingua e aspettare per circa tre minuti.

Qualsiasi metodo decidi di scegliere, assicurati di leggere attentamente le istruzioni allegate al termometro, in modo da essere certa di utilizzarlo nel modo corretto.


cameretta creativa