<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Come vestire il neonato durante l'estate

I suggerimenti per vestire il piccolo in modo adeguato e non fargli soffrire il caldo.

Scritto da Miniland

giugno 28, 2017

Tempo di lettura: 3 minuti

D’estate, la pelle delicata dei bambini ha bisogno di cure e attenzioni particolari. Con i vestiti giusti puoi garantire al tuo piccolo tutta la protezione di cui ha bisogno!

  • La pelle dei bambini è estremamente sensibile, sia nella fase post natale che nei primi anni di vita.


 

Il sole e il caldo sono i nemici principali della pelle dei bambini. I bambini molto piccoli non hanno la capacità di termoregolazione: anche se non sembra, soffrono il caldo più di noi. Per questo, quando arrivano le alte temperature in estate, è necessario garantire un’ottima protezione anche attraverso un abbigliamento adeguato. La regola generale è: “Vesti il tuo bambino nello stesso modo in cui sei vestita tu”. Facile a dirsi… un po’ meno facile a farsi!

Se vuoi essere certa di non sbagliare, segui i nostri consigli per vestire il neonato d’estate!

 

I capi di abbigliamento

In casa sarebbe meglio evitare il body, che è un capo “chiuso” e che potrebbe far sudare il bambino: meglio optare per una canotta e lasciare il bambino solo con il pannolino.

Quando invece esci con il piccolo, scegli pantaloncini in cotone o jeans (i più piccoli possono indossare modelli molto corti, mentre per i più grandicelli si possono proporre pantaloni fin sotto il ginocchio). Sopra, vanno bene canotte, magliette o camicine.

Per le bambine valgono gli stessi suggerimenti, con la differenza che, dopo il primo anno di vita, i pantaloncini possono essere sostituiti con delle gonnelline.

Un capo che non dovrebbe mai mancare nel guardaroba estivo di un bambino è la salopette: comoda e pratica, si può abbottonare e sbottonare con grande facilità, permettendo di cambiare molto velocemente il pannolino. Quando il clima è particolarmente afoso, sotto la salopette si può anche evitare di mettere magliette o canotte.

Ricordati, inoltre, di vestire il piccolo a strati, per poterlo coprire o svestire agilmente quando il tempo è variabile!

Una parentesi sugli accessori: non far mai uscire di casa un neonato senza un cappellino (di paglia o cotone) e porta sempre con te un paio di occhiali da sole, indispensabili per proteggere gli occhi dalla luce intensa, dal vento e dalla sabbia.

 

I materiali

Una delle regole principali per l’abbigliamento estivo dei bambini è scegliere tessuti naturali, leggeri e antisudore: i tessuti sintetici, infatti, possono causare eczemi, eritemi solari o altre irritazioni cutanee. I materiali più indicati? Cotone e lino sono senz’altro i favoriti, come pure la seta: questi tessuti, infatti, sono in grado di favorire la traspirazione della pelle, evitando l’accumulo di calore.

 

 Come vestire il neonato durante l'estate

 

I colori

Un solo mantra: colori neutri! Bianco, sabbia, avorio e giallo sono le cromie più indicate, ma sono ben accette anche tutte le sfumature pastello. Queste tinte sono da preferire anche perché hanno un effetto repellente nei confronti delle zanzare: i vestiti che non riflettono molta luce, infatti, sono solitamente più attrattivi rispetto a quelli chiari che, invece, ne riflettono molta.

 

Da evitare i colori accesi (come blu e rosso) e i toni scuri (nero e marrone).

 

Come vestire il neonato di notte?

Una tutina in cotone e smanicata, che lasci braccia e gambe nude, insieme al pannolino ed eventualmente a calzini di cotone, è la soluzione ideale.

Se durante la notte sei solita utilizzare un sistema di raffrescamento dell’aria, è meglio mettere un pigiamino di cotone lungo e coprire i piedi con delle calzine, evitando che il getto d’aria non vada direttamente sul lettino.

 

Pensi che il tuo bambino possa avere ancora caldo, nonostante tu abbia applicato tutti questi consigli? Per capire se il piccolo è troppo accaldato, controllagli le mani e i piedi, guarda se la pelle è arrossata e cerca di notare se lo trovi agitato o irrequieto.

 

Tieni a mente questi accorgimenti e il tuo bambino resterà fresco e riparato per tutta l’estate!


 

New Call-to-action