<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Come vestire un neonato in autunno? Ecco tutti i segreti!

Scopri qual è il perfetto look autunnale del tuo bambino!

Scritto da Miniland

ottobre 11, 2017

Tempo di lettura: 3 minuti

Sole cocente, seguito a ruota da un vento gelido: è l’autunno, una delle stagioni più pazze e incerte (a livello meteorologico!). Con questa altalena climatica, vestire il proprio bambino nel modo giusto può diventare una vera sfida. Ecco i nostri consigli!

“Ha caldo o freddo?”: quando arriva l’autunno, è questo il tormentone di tutte le mamme!


In autunno è importante vestire bene il proprio bambino: il tempo è incerto, e alle giornate di sole intenso si alternano pomeriggi piovosi e freddi. Insomma, le condizioni ideali per ammalarsi!

Capire però se il tuo piccolo ha freddo oppure no può non essere semplicissimo, e la paura di fare qualcosa di sbagliato è sempre dietro l’angolo: magari temi di coprirlo troppo, o al contrario troppo poco. Di seguito ti diamo qualche suggerimento su come vestire il neonato in autunno: prendi nota!

Lo sapevi che, per capire qual è la temperatura del tuo bambino, toccare le manine non serve a nulla? I neonati, infatti hanno manine e piedini freddi quasi sempre, per un fenomeno fisiologico di vasocostrizione. Le parti del corpo che devi toccare per avere la reale percezione della sua temperatura corporea sono il collo e l’addome: così saprai con certezza se è il caso di vestirlo di più o di meno!

La regola d’oro per vestire il neonato in autunno? Strati, strati e ancora strati! Il classico “abbigliamento a cipolla” è sempre la scelta giusta. Un’improvvisa folata di vento? Infilagli subito il golfino o il giacchino! Il sole è tornato a fare capolino tra gli alberi? Una maglietta sarà più che sufficiente. Vestendo il piccolo a strati potrai adeguare il suo abbigliamento al clima esterno in modo facile e veloce.

Come base per il suo abbigliamento autunnale, utilizza un body di cotone a manica corta e sopra una magliettina e dei pantaloncini. Completa il “look” con un paio di calzine per tenergli i piedini caldi. Se preferisci, puoi scegliere una tutina in cotone: in questo caso l’uso delle calzine non è necessario.

Come vestire un neonato in autunno

Un altro consiglio: prediligi sempre la comodità. Oltre a vestiti che si possono togliere e indossare facilmente, scegli materiali confortevoli: per le giornate più calde sono perfetti il cotone e il jersey, mentre per quelle più fredde scegli il velluto e la ciniglia.

E per quanto riguarda l’abbigliamento in casa? La temperatura interna domestica dovrebbe essere costante, tra i 19° C e i 21° C: se fuori fa freddo e il riscaldamento non è ancora partito, vesti il piccolo con una tutina e un golfino.

Ricordati di prestare attenzione anche al livello di umidità in casa, la cui percentuale dovrebbe essere tra il 45% e il 65%. Se scende al di sotto di questa soglia, significa che l’aria in casa è troppo secca. L’eccessiva secchezza dell’aria può portare ai ben noti malanni di stagione, come tosse e raffreddore, soprattutto tra i bambini: per evitarlo, è meglio utilizzare un umidificatore che possa portare l’umidità presente in casa a livelli ottimali.


Quando arriva il momento di andare a dormire, il sacco nanna diventa quasi indispensabile. Per il periodo autunnale, è perfetto quello da 1.5 tog (“tog” è l’unità di misura che indica la resistenza termica, ossia la rapidità con cui il tessuto disperde il calore: più il valore del tog è elevato, più il sacco è caldo). Il sacco nanna da 1.5 tog è caratterizzato da un’imbottitura media, adatta alle temperature comprese tra 19 e i 22 gradi (equivalente a una copertina e a un lenzuolino). Utilizzando il sacco nanna avrai la certezza che il piccolo non si scopra durante la notte e rimanga al calduccio fino al mattino. Ricordati che la temperatura ideale che dovrebbe esserci all’interno della camera del piccolo si aggira intorno ai 20 e i 22 gradi: per avere la certezza che la stanza non sia né troppo calda né troppo fredda, utilizza un termometro.


 

New Call-to-action