<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Giochi per bambini: meglio quelli tradizionali o quelli tecnologici?

Il Natale si avvicina, e vuoi essere certa che per tuo figlio sia un momento magico. E allora.. parte la caccia al regalo perfetto! Ma cosa privilegiare, la tecnologia o i giocattoli classici?

Scritto da Miniland

novembre 14, 2016

Tempo di lettura: 3 minuti

Con l’avvicinarsi del Natale, tutte le mamme si pongono la stessa, fatidica domanda: che regalo posso fare a mio figlio? L’offerta è vastissima e questo, anziché facilitare il compito, complica ancora di più la situazione!

Un bel respiro e facciamo un passo alla volta. Per cominciare a chiarirti le idee, cerca di fare una prima distinzione: giocattolo tradizionale o giocattolo tecnologico? Vediamo quali sono i vantaggi dell’uno e dell’altro.


Giochi per bambini: meglio quelli tradizionali o quelli tecnologici?

 

Giochi tradizionali

I giocattoli tradizionali, costruiti in legno, tessuto o plastica, hanno un fascino senza tempo. Dalla classica bambola alle costruzioni, dalle automobiline ai puzzle, questi giochi sono fondamentali per la crescita, sia fisica che intellettiva, dei bambini. Sono in grado di sviluppare:

  • Motricità e apprendimento attivo, in quanto, per essere utilizzati, richiedono movimento fisico e sforzo mentale.
  • Comunicazione e socializzazione: giocando insieme agli altri si sviluppa il senso della condivisione e si stabiliscono le prime relazioni con i coetanei.
  • Competenze di azione-reazione e motricità: i giocattoli tradizionali possono essere manipolati, lanciati, smontati e ricostruiti: questo aiuta il piccolo a sviluppare la sua manualità.
  • Fantasia: i giocattoli classici non hanno un solo utilizzo, ma possono essere gestiti in mille modi diversi: è il bambino, con la sua fantasia e la sua creatività, a decidere.

Giochi tecnologici

Eccoci ai tanto discussi giocattoli tecnologici! È inutile negare che il legame tra bambini e tecnologia, negli ultimi anni, sia diventato sempre più stretto. Secondo numerosi studi i bimbi di età inferiore ai 3 anni non dovrebbero entrare in contatto con dispositivi tecnologici: in primo luogo perché devono imparare a interagire con l’ambiente circostante attraverso esperienze sensoriali che prevedano l’utilizzo di tutti e cinque i sensi, e smartphone e tablet non riescono ad offrire un’esperienza così completa; inoltre, essendo ancora troppo piccoli, manca la consapevolezza necessaria per utilizzare i device in modo appropriato. Mettere in mano uno smartphone a un bambino di pochi mesi non vuol dire avvicinarlo alla tecnologia, ma vuol dire, semplicemente, dargli un oggetto per distrarlo e intrattenerlo!  

Detto questo, la tecnologia, se sfruttata in modo intelligente, può senz’altro essere utilissima per la crescita dei bambini che abbiano superato i tre anni. Ad esempio, aiuta a sviluppare l’alfabetizzazione tecnologica: avendo a che fare fin da subito con dispositivi tech, avrai la certezza che tuo figlio sviluppi velocemente le competenze digitali (gli torneranno utilissime quando sarò diventato grande!).

Esistono numerosi tablet pensati specificatamente per bambini, su cui i genitori possono installare le app che ritengono più appropriate per i propri figli. Se desideri fare un regalo davvero utile, opta per app educative: ce ne sono un’infinità (molte delle quali gratuite) e che sono pensate per bambini in età prescolare, in modo da avvicinarli gradualmente all’apprendimento di specifiche materie, dall’italiano all’inglese, dalla matematica alla musica.

Giocattoli ibridi

Per chi invece non si accontenta né dei giocattoli tradizionali né di quelli tecnologici, esiste una terza via: i giocattoli ibridi, ovvero giochi tradizionali arricchiti da elementi tech, adatti a bambini di tutte le età, anche ai più piccolini.

Un esempio? beMyBuddy, un peluche interattivo a forma di elefantino e dotato di un altoparlante che riproduce una gamma infinita di suoni e musiche, dai rumori dell’utero, per far addormentare il bambino, ai brani musicali contenuti nello smartphone dei genitori, i quali possono controllare ciò che viene riprodotto dal dispositivo acustico tramite un’app.

Che tu decida di orientarti verso un giocattolo tradizionale, un giocattolo tecnologico o un giocattolo ibrido, ricordati di scegliere un regalo utile per lo sviluppo, sia fisico che cognitivo, di tuo figlio: abbiamo visto che queste tipologie, in modo diverso e - perché no? - complementare, possono essere importanti per la sua crescita.

Il mondo dei giochi per bambini è vastissimo, ma fidati del tuo sesto senso di mamma e scegli ciò che ritieni più adatto: qualsiasi dono riceverà il tuo bimbo renderà senz’altro speciale il vostro Natale !


 

 New Call-to-action