<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Giochi per bambini piccoli che aiutano a crescere

Le migliori attività ludiche per aiutare il tuo bambino a rafforzare il senso di autonomia e per sviluppare le sue capacità.

Scritto da Miniland

aprile 24, 2017

Tempo di lettura: 3 minuti

Diventare responsabili si impara fin da piccoli, e si impara giocando! Ecco qualche attività da proporre a tuo figlio per aiutarlo a crescere nel migliore dei modi.

  • Giocando si impara. Per un bambino, l’attività ludica è davvero fondamentale: è il suo modo per conoscere il mondo, per aumentare la consapevolezza di sé e di ciò che lo circonda, per capire il contesto in cui vive.


 

Sono tantissime le abilità che il tuo bambino può sviluppare attraverso il gioco:

  • abilità cognitive: potenziamento della memoria, della concentrazione e della capacità di attenzione; sviluppo degli schemi percettivi, della capacità di confronto e di quella di stabilire relazioni (ad esempio, relazione di causa-effetto);
  • abilità relazionali e sociali: il bambino assimila le prime regole di comportamento nella relazione con l’altro;
  • abilità creative: certi tipi di giochi affinano la fantasia e stimolano la creatività del bambino.

Giochi per bambini piccoli che aiutano a crescere

È importante che i genitori giochino con il proprio figlio, ma è altrettanto fondamentale che un bambino impari a giocare da solo: in questo modo può sviluppare il senso di autonomia e di autosufficienza (competenze che vengono sviluppate anche nel “gioco sociale”, ma in modo diverso).

Quando è il momento per far giocare il bambino da solo? Intorno al terzo/quarto mese è il periodo ideale! Prova ad allontanarti gradualmente mentre il piccolo sta giocando: in poco tempo potrai distaccarti del tutto (lui neanche se ne accorgerà, talmente sarà assorbito dal gioco!) Non dovrai perderlo di vista, e ogni tanto sarà necessario tornare da lui per fornirgli nuovi stimoli, ma in questo modo gli lascerai il giusto livello di indipendenza.

Di seguito ti proponiamo alcuni giochi per bambini piccoli che tuo figlio può fare anche da solo (ovviamente sotto la tua supervisione!) e che lo aiuteranno a rafforzare il senso di autonomia e a sviluppare le sue capacità cognitive.

 

Il cestino dei tesori

Proponi al tuo bimbo un contenitore con una trentina di oggetti di uso quotidiano (non devono essere giocattoli), realizzati con materiali diversi. Qualche esempio? Uno spazzolino da denti, un cucchiaio in legno, o una pallina da tennis andranno benissimo! Il piccolo si divertirà un mondo a toccare tutto quello che trova nel contenitore, prendendo dimestichezza con forme, consistenze, e superfici diverse. Unica accortezza: verifica che siano tutti oggetti sicuri, perché senz’altro il tuo bimbo non userà solo le mani per scoprirli, ma anche… la bocca!

Questo gioco, ideato dalla psicopedagogista inglese Elinor Goldschmied, aiuta ad allenare il coordinamento occhi-mano e a sviluppare i cinque sensi. Esercitando tatto e oralità i bambini possono fare importanti scoperte in merito al peso, alle dimensioni e alla forma.

 

La pasta di sale

Se il tuo bambino ha già superato l’anno di vita, un’attività perfetta per lui è la pasta di sale.

Bastano 5 minuti e ingredienti facilmente reperibili (farina, olio vegetale, sale fino, lievito naturale, acqua) per preparare una pasta malleabile che il tuo piccolo potrà schiacciare, incidere, tagliuzzare e sminuzzare a suo piacimento. Consiglio extra: aggiungi dei coloranti alimentari per rendere il tutto ancora più divertente!

La pasta di sale aiuta a sviluppare il coordinamento motorio, le abilità manuali, l’immaginazione e la creatività. Inoltre, su molti bambini ha un vero e proprio effetto calmante, perché favorisce il rilassamento.

 

Il nascondiglio

Un’attività consigliata per sviluppare la sua indipendenza e per aiutarlo ad affermare la sua identità è “la tana”, o “il rifugio”. Basterà un foulard della mamma fissato alle gambe di una sedia per creare un piccolo nascondiglio, un angolo privato tutto per sé e da gestire in autonomia.

 

Il gioco della tavola

Disporre sulla tavola posate, tovaglioli, bicchieri è un’attività che ai bambini piace moltissimo!

Imitando gli adulti, i bambini apprendono il senso di autonomia, ma sviluppano anche la psicomotricità e la direzionalità, presupposti fondamentali per un corretto sviluppo logico e cognitivo.

 

Esistono innumerevoli giochi per bambini piccoli che possono aiutare a sviluppare abilità e competenze di varia natura, ma ricordati che l’autonomia del bambino può essere incentivata anche nella vita di tutti giorni, attraverso attività quotidiane non necessariamento legate al gioco. Ecco qualche esempio!

  • abitua il tuo bambino a mangiare da solo e a usare correttamente le posate;
  • insegnagli a piegare tovaglioli, calzini e fazzoletti;
  • coinvolgilo nei piccoli compiti della cucina (ad esempio, fatti aiutare a svuotare la lavastoviglie!);
  • incoraggialo a riporre sempre i suoi giocattoli nella cesta dopo che li ha utilizzati;
  • educalo a lavarsi da solo mani e piedi;
  • quando lo vesti, “fatti aiutare” da lui! Ad esempio, fagli abbottonare da solo il golfino.

Ogni giorno, proponigli qualcosa di nuovo e di più complesso rispetto alle sue capacità: vedrai che il tuo bimbo accoglierà la sfida con entusiasmo, e non si lascerà scappare neanche un’occasione per giocare e per crescere!


 

New Call-to-action