<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Le 6 mosse per purificare l'aria in casa

Peli di animali domestici, solventi e detergenti per la pulizia, vernici usate per la tinteggiatura delle pareti… Sono moltissimi i fattori che possono compromettere la qualità dell’aria che respiriamo in casa!

Scritto da Miniland

gennaio 23, 2017

Tempo di lettura: 3 minuti

Bando agli allarmismi: la situazione si può recuperare! Ecco qualche suggerimento per purificare l'ambiente.

  • Respirare un’aria pulita e salubre è fondamentale per il nostro benessere: se entriamo in contatto con aria inquinata, i nostri polmoni (e, di conseguenza, tutto il nostro corpo) lavorano di più, riducendo il livello di energia, sia fisica che mentale.


L’aria inquinata può essere respirata non soltanto camminando lungo una strada trafficata durante l’orario di punta, ma anche stando comodamente seduti sul divano di casa! La polvere, le sostanze contenute in certi prodotti che utilizziamo per pulire i mobili e i peli di animali domestici “inquinano” l’aria domestica: addirittura, l’aria che respiriamo in casa sarebbe spesso più nociva rispetto all’aria esterna.

La questione diventa particolarmente delicata quando in casa vivono dei bambini, che sono più predisposti rispetto agli adulti a sviluppare malanni legati alla respirazione, come tosse e raffreddore: quindi, se pensi che l’aria di casa tua possa non essere così pulita, meglio correre ai ripari. Già, ma come fare? Di seguito ti proponiamo 6 semplici mosse per purificare l’aria in casa: la tua salute e, soprattutto, quella dei tuoi bimbi, ti ringrazieranno!

Decora la tua casa con le piante, purificatrici naturali!

ll ruolo primario delle piante nel mantenere l’aria pulita in casa è ormai risaputo: le foglie assorbono l’anidride carbonica e producono ossigeno, hanno conseguenze sulla temperatura e regolano l’umidità. Alcune delle piante più consigliate per la purificazione dell’aria sono le azalee, i crisantemi, le gerbere e i ficus Benjamin.

Non è necessario tappezzare la casa di piantine, basterà metterne qualcuna in angoli scelti della casa: oltre a purificare l’aria darai un tocco di stile e di eleganza al tuo appartamento!

L’aspirapolvere deve diventare il tuo migliore amico

Obbligatoriamente una volta a settimana, meglio se ogni giorno: una bella passata di aspirapolvere ti consentirà di eliminare polvere e agenti inquinanti, rendendo subito l’aria più pulita e respirabile. Inoltre, armati di un panno in microfibra ed elimina la polvere da tutti i punti più esposti come tappeti, mensole e comodini.

Cambia spesso l’aria in casa

Soprattutto in inverno, si è sempre un po’ restii a ad aprire le finestre, perché così facendo si disperde il calore accumulato in casa. Ma arieggiare bene gli ambienti domestici è fondamentale in qualsiasi periodo dell’anno: avrai la certezza di disfarti di germi, batteri e muffe, e farai in modo che il tuo bambino respiri aria pulita. Evita, però, gli orari in cui il traffico in strada è più intenso!

 Le 6 mosse per purificare l'aria in casa

Tieni lontani tutti i materiali tossici

Riduci, per quanto ti è possibile, l’uso di materiale tossico (sarebbe meglio eliminarlo del tutto!). Tappeti, tende, materassi e rivestimenti di poltrone e divani dovrebbero essere realizzati con materiali naturali, mentre per i muri scegli vernici ad acqua e pitture atossiche: in questo modo eviterai che in casa facciano ingresso sostanze che possono irritare polmoni e vie aeree.

Vietato camminare con le scarpe!

Appena entri in casa, togliti le scarpe: un gesto semplice, ma che è fondamentale per proteggere la tua casa da batteri e sporcizia!

Usa un deumidificatore

Il livello di umidità in casa dovrebbe essere compreso tra il 45% e il 65%. Se scende sotto questa soglia vuol dire che l’aria in casa è troppo secca: ciò succede soprattutto durante l’inverno, quando si accende il riscaldamento e, di conseguenza, il livello di umidità si abbassa. L’eccessiva secchezza dell’aria può portare ai ben noti malanni di stagione, come tosse e raffreddore, soprattutto tra i bambini: per evitare questa situazione è meglio utilizzare un umidificatore che possa portare l’umidità presente in casa a livelli ottimali.

Segui questi semplici consigli e noterai subito dei miglioramenti nella qualità dell’aria che tu il tuo bambino respirate!


New Call-to-action