<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Musica per neonati: ecco tutti i benefici

La musica è uno strumento potentissimo per lo sviluppo cognitivo ed emotivo dei più piccoli.

Scritto da Miniland

settembre 4, 2017

Tempo di lettura: 3 minuti

Dalle sinfonie di Mozart alle filastrocche, la musica può aiutare i neonati a crescere meglio. Ecco tutti i vantaggi di un’educazione musicale impartita fin dalla culla!

Tutti gli esseri umani nascono con un’attitudine musicale.

Quando ancora si trova nella pancia, il piccolo è in grado di riconoscere in modo abbastanza chiaro i suoni e i rumori, sia quelli “interni”, come ad esempio il battito del cuore della mamma, che quelli provenienti dall’esterno. Far ascoltare la musica al piccolo non ancora nato può stimolare lo sviluppo strutturale e funzionale del suo sistema nervoso. La musica più efficace? Sicuramente quella classica: Vivaldi, Bach, Ciaikovskij e Brahms sono tra i compositori più stimolanti.

In seguito, quando il bimbo nasce e per i primi mesi di vita, il suo cervello è dotato di innumerevoli connessioni sinaptiche. Questa condizione, che facilita notevolmente la capacità di apprendimento e di reazione agli stimoli, è l’ideale per avvicinare il piccolo alla musica.

Canzoncine, ninne nanne e melodie sono capaci di apportare importanti benefici per lo sviluppo cognitivo ed emotivo: ecco perché è così importante accostare i bambini alla musica il prima possibile. Ecco quali sono i principali vantaggi della musica per neonati:

 

Maggiore controllo delle emozioni

Uno studio condotto dalla scuola di medicina dell’Università di Tel Aviv ha messo in luce che i bambini prematuri riescono a prendere peso velocemente se ascoltano la musica di Mozart. Le sinfonie, i concerti e le opere del grande compositore austriaco hanno sui bambini un effetto rilassante che li indurrebbe a mangiare di più, secondo quello che è stato denominato “Effetto Mozart”.

La musica ha uno straordinario potere sulle emozioni e sugli stati d’animo, negli adulti come nei bambini. In particolare, la musica classica è la perfetta colonna sonora per calmare i neonati e indurli in uno stato di serenità.

Musica per neonati: ecco tutti i benefici

Predisposizione al linguaggio

La musica permette di familiarizzare con i suoni, prendere dimestichezza con l’ambiente circostante e potenziare le capacità comunicative. Questi elementi sono determinanti per aiutare il bambino a sviluppare il linguaggio. D’altronde, la musica e linguaggio condividono la stessa area del cervello, dato che le parole si apprendono inizialmente attraverso la musicalità. Che cos’è un discorso se non un insieme di suoni, pause e ritmo? Proprio come la musica!

 

Sviluppo della creatività

Uno studio condotto in Ungheria ha rilevato che i bambini intorno ai 3 - 4 anni di età che avevano partecipato a un corso di musica erano molto più creativi rispetto ai bambini della stessa età che non avevano ricevuto nessuna formazione musicale. La musica è essenziale per sviluppare le capacità creative dei più piccoli e farli viaggiare con la fantasia.

 

Potenziamento della concentrazione e della memoria

Tutte le attività a base ritmica, come ad esempio la danza, e appunto, la musica, aiutano a favorire la concentrazione e la memoria. Cantare una filastrocca dal ritmo vivace, magari accompagnata dal battito delle mani, che abbia una struttura ripetitiva, aumenterà la capacità di attenzione del tuo piccolo.

 

I benefici della musica per neonati sono tanti e importanti. E allora… musica, maestro!



New Call-to-action