<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Neonati e caldo: avvertenze e precauzioni

Con l’arrivo dell’estate è importante conoscere tutti i trucchi per proteggere il tuo bambino dal caldo.

Scritto da Miniland

giugno 5, 2017

Tempo di lettura: 8 minuti

Ecco i nostri consigli per far sì che il piccolo trascorra un’estate serena.

Finalmente sta arrivando l’estate! Il pensiero va già alle vacanze, al mare e al sole. Per la mamma di un neonato, però, questi sogni a occhi aperti possono essere offuscati da qualche piccola preoccupazione su come evitare che il bimbo soffra la calura estiva.


Neonati e caldo non sempre vanno d’accordo. I più piccoli, infatti, soffrono molto le alte temperature, ma basta seguire qualche piccolo accorgimento per garantire la massima sicurezza del bambino.

 

Mantieni freschi i locali

La cura del bambino durante l’estate inizia tra le mura di casa. È importante mantenere freschi i locali, aerando al mattino presto oppure di notte. Inoltre, durante il giorno, è opportuno oscurare le finestre esposte al sole.

 

L’alimentazione in estate

Può capitare che, con il caldo, l’appetito dei bambini diminuisca. Non c’è bisogno di allarmarsi: con qualche espediente sarà facile invogliare il piccolo a mangiare.

Regola numero 1: proponi un’ampia varietà di frutta e verdura (che in estate devono essere consumate in grandi quantità) in modo divertente e invogliante. Gioca con i colori: il rosso dell’anguria e delle ciliegie, il giallo della pesca, l’arancione del melone. Componi una “tavolozza di frutta” che il tuo bambino possa mangiare con gli occhi, prima ancora che con la bocca! Via libera, quindi, a macedonie, yogurt, spiedini di frutta, ghiaccioli e gelati.

L’importante è dare da mangiare al piccolo anche quando lui rifiuta il cibo, senza però forzarlo ma invogliandolo in modo paziente. In estate, il piccolo può essere inappetente soprattutto la mattina: non rinunciare a preparargli una bella colazione, leggera ma nutriente!

Neonati e caldo: avvertenze e precauzioni

Acqua, acqua, acqua!

I bambini piccoli sudano molto, e quindi sono particolarmente esposti a rischio di disidratazione.

 

Nei primi mesi di vita, il bambino non ha bisogno di bere acqua: il latte materno (e quello artificiale) è infatti composto per il 95% di acqua. Quindi, prima dei sei mesi, non bisogna assolutamente dare al piccolo altri liquidi. Solo nelle prime fasi dello svezzamento è possibile offrirgli una piccola quantità di acqua durante i pasti (30-50 ml), ma non è un obbligo.

 Per i bambini più grandicelli, invece, abbonda con l’acqua (anche un bicchiere all’ora).  È importante dare spesso da bere, soprattutto quando ci si trova nei luoghi più caldi.

 

Vestiti estivi

Body o canottiera (in cotone, lino e seta) e pannolino sono la divisa estiva perfetta durante le ore più calde della giornata. I vestitini, invece, devono essere larghi e freschi. Da evitare assolutamente le fibre sintetiche, che possono causare irritazioni e arrossamenti. Quando esci, ricorda di mettere al piccolo un cappellino, per proteggerlo dal sole.

D’estate, i vestiti del piccolo devono essere lavati con estrema cura, con detersivi naturali senza profumi o con sapone di Marsiglia.

 

L’ora del bagnetto

Per il bagnetto non ci sono particolari problemi: se ne possono fare anche un paio al giorno, basta prestare attenzione a qualche dettaglio. Ad esempio, è consigliabile usare solo piccole quantità di detergente per non irritare la pelle.

Per quanto riguarda il bagno al mare, invece, ricorda che deve essere fatto lontano dai pasti, a una distanza di almeno tre ore se l’acqua è fredda. Se si tratta di fare un bagnetto in una piscinetta, con l’acqua più calda, può trascorrere anche meno tempo.

 

Il viaggio in auto

Se hai necessità di spostarti insieme al tuo bambino in macchina, cerca di farlo nelle ore meno calde della giornata, utilizzando sui finestrini gli appositi parasole. Puoi usare l’aria condizionata, ma evita le temperature troppo fredde.

 

Ultimi consigli

  • Controlla con regolarità la temperatura di lattanti e bambini piccoli e rinfresca il piccolo se lo senti troppo caldo.
  • Se il tuo bambino è ammalato, stai attento a sintomi come stanchezza, pelle e labbra secche. Meglio consultare subito il medico.
  • Non chiudere in casa il bimbo. È giusto che svolga attività all’aria aperta, bisogna però scegliere gli orari e i luoghi giusti: al mattino sul presto, in un bosco o in un posto con tanti alberi, sarebbe l’ideale!
  • Ovviamente, non lasciare mai il piccolo incustodito in auto o in un locale chiuso.
  • Non dimenticarti di proteggere il bimbo dai raggi ultravioletti (UV), che sono particolarmente nocivi per la pelle delicata dei più piccoli. Quando puoi, lascia il bambino all’ombra (soprattutto nelle ore più calde) e proteggilo con cappellino e tanta, tanta crema solare!


 New Call-to-action