<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=512899172469810&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Passeggiata con il bambino? Ecco qualche consiglio per una gita fantastica

Segui i nostri suggerimenti e organizza la passeggiata perfetta

Scritto da Miniland

maggio 14, 2018

Tempo di lettura: 3 minuti

Una passeggiata in campagna, una gita sui monti, una camminata nei boschi. Quando decidi di portare a spasso il tuo bambino, la meta non ha tanta importanza: ciò che conta è partire con il piede giusto! Ecco qualche consiglio per organizzare una gita perfetta insieme al tuo piccolo.

Cappellino in testa, scarpe ben allacciate, crema solare per evitare che il nasino si spelli. È tutto pronto: finalmente si può iniziare la passeggiata!


Organizzare una gita in un bel posto è uno dei regali più utili che puoi fare al tuo bambino. Perché camminare gli fa bene, per più di un motivo: migliora l’umore, permette di rafforzare la muscolatura di braccia e gambe, aiuta a sviluppare il senso dell’equilibrio. Senza contare il fatto che fare una passeggiata in un bel posto è il modo migliore per avvicinare il tuo bambino alla natura e permettergli di apprezzare la bellezza che lo circonda.

Vuoi fare una gita davvero perfetta? Ecco i nostri consigli per organizzare la tua passeggiata con il bambino.

Scegli un percorso adatto all’età del tuo bambino

Va da sé, se il tuo piccolo è sotto i tre anni il “grosso del lavoro” dovrai farlo tu, portandolo in spalla con appositi zaini. Se invece il tuo bambino è più grandicello, e può quindi camminare in completa autonomia, è necessario scegliere un percorso che sia adatto alle esigenze della sua età. In generale, meglio orientarsi su percorsi con una pendenza minima e dotati di zone in cui riposarsi, nel caso in cui il piccolo dovesse sentirsi stanco.

Consigli per una passeggiata con il bambino

Considera la varietà del percorso

Si sa, i bambini si annoiano molto facilmente. Per questo è importante proporre un percorso vario, con tante cose diverse da vedere. Qualche esempio? Informati su percorsi in cui ci sono cambi di paesaggio (un bosco, un prato, delle rocce...) o che presentano degli elementi “belli” da vedere, come un albero maestoso o un ruscello di acqua fresca. Dire al tuo bambino “arriviamo fino alla quercia, ci fermiamo un attimino e poi ripartiamo” può essere di grande aiuto per motivare il tuo piccolo! Anche prendere in considerazione i percorsi lungo i quali si possono incontrare animali può essere un grande incentivo.

Organizza un picnic alla fine dell’escursione

Quando c’è una meta concreta da raggiungere, il cammino diventa più leggero. Per questo il tuo piccolo può essere più invogliato a camminare al pensiero che dopo ci sarà un delizioso picnic, magari con i suoi piatti preferiti. Basta poco per organizzare un pranzetto coi fiocchi: armati di contenitori ermetici appropriati e riuscirai a conservare al meglio tutti i cibi che avrai preparato a casa. E dopo il picnic? Un bel riposino e un giro nei dintorni prima di tornare a casa!

Parti con l’attrezzatura giusta

Che vestito ci mettiamo? Preferisci il cappellino giallo o quello rosso? E le scarpine, mettiamo quelle nuove? Curare in ogni dettaglio la fase di preparazione può aiutare a far entrare il tuo bambino nel giusto umore e a fargli affrontare la camminata con entusiasmo. È importante scegliere vestiti comodi e realizzati con materiali adatti e, ovviamente, scarpine da camminata adatte. Più si sentirà a suo agio, più volentieri farà la camminata! E anche gli accessori possono aiutare. Ti porti una borraccia? Allora prendine una anche per il tuo bambino, da mettere nel suo zainetto. Ovviamente, deve essere a “misura di bambino”, leggera e colorata.

Tutto pronto? Allora zaino in spalla e… buona passeggiata!


New Call-to-action