<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Stanchezza in gravidanza? Ecco come combatterla

Cause e rimedi per combattere il senso di spossatezza durante il primo trimestre.

Scritto da Miniland

luglio 24, 2017

Tempo di lettura: 2 minuti

Sonnolenza, pesantezza alle gambe, mancanza di forze… Ti suona familiare? È normale provare queste sensazioni durante i primi mesi di gravidanza! Ecco qualche consiglio per affrontare questo periodo nel migliore dei modi.

  • Nausea e stanchezza sono disturbi molto frequenti durante il primo trimestre di gravidanza.


 

I motivi sono tanti: l’abbassamento di pressione (il cuore delle quasi-mamme comincia a “lavorare per due”, con conseguente vasodilatazione che porta, appunto, a cali di pressioni) e la carenza di ferro (tutti i nutrienti della mamma devono essere suddivisi con il feto, e nella fase iniziale i valori sono ancora insufficienti) sono tra le cause più frequenti.

A questo si deve aggiungere anche cambiamento dei livelli ormonali all’interno dell’organismo della mamma, talmente brusco da generare astenia. In particolare, sono due gli ormoni che aumentano in questo periodo: la Beta HCG e il progesterone. Quest’ultimo influisce sul ritmo del sonno perché riduce la fase REM, il momento in cui si sogna e il sonno è più profondo. Detto in altre parole: in questo periodo il riposo notturno è più leggero, e questo porta a essere più stanche la mattina dopo.  

Anche l’aspetto psicologico gioca un ruolo cruciale: la novità improvvisa della gravidanza e i cambiamenti che ne conseguono hanno un impatto sullo stato fisico della madre: è come se il corpo chiedesse di “fare una pausa” per metabolizzare tutto quello che sta succedendo.

In estate, poi, il senso di spossatezza viene accentuato dal caldo: difficile sentirsi vitali e piene di energie con l’afa!

Di seguito ti forniamo qualche consiglio per combattere la stanchezza in gravidanza.

Stanchezza in gravidanza? Ecco come combatterla

 

Ascolta il tuo corpo

Se sei a casa, sdraiati sul divano; se sei in ufficio, prenditi un momento per rilassarti e riposare gli occhi. Quando il tuo corpo ti dice di staccare e di recuperare le energie, ascoltalo sempre: basta anche un sonnellino di una mezz’ora per recuperare le forze!

 

La dieta della salute

Il benessere passa attraverso una dieta sana e bilanciata, e per combattere la stanchezza in gravidanza è necessario consumare alimenti in grado di darti tutte le sostanze nutritive di cui necessiti.

Tanta frutta e verdura, possibilmente di stagione, oltre a pane, pasta e riso integrali (un aiuto fondamentale per garantirti la vitamina B), suddivisi in piccoli pasti: è la ricetta ideale per un primo trimestre in forze e senza nausea!

I consigli generali sono sempre gli stessi: mangia cibi sani e semplici, il meno possibile raffinati, ed evita le lavorazioni complesse e pesanti come le fritture e i dolci.

Se, nonostante un’alimentazione corretta, i valori sono ancora sotto una certa soglia, consulta il tuo medico per assumere integratori specifici (per esempio di ferro, minerali e acido folico): ti aiuteranno ad arricchire le riserve di vitamine e di sali minerali di cui hai bisogno e a farti sentire più in forze.  

 

Una doccia tiepida

Stanchezza alle gambe e pesantezza ai piedi e caviglie? Per stimolare la circolazione può essere d’aiuto bagnare le gambe con un getto di acqua tiepida. Altri consigli? Bevi molta acqua, non stare in piedi troppo a lungo e svolgi una moderata attività fisica: yoga, passeggiate e ginnastica all’aperto sono l’ideale per questo periodo.


I primi mesi di gestazione possono essere difficili: affrontali pensando che la stanchezza fisica non durerà per sempre! Tra la dodicesima e la sedicesima settimana, infatti, l’organismo si è ormai adattato alla nuova condizione, e il senso di spossatezza si ridurrà.


New Call-to-action