<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Come far dormire un neonato in estate

I nostri suggerimenti per una nanna serena.

Scritto da Miniland

luglio 5, 2017

Tempo di lettura: 3 minuti

Il caldo non dà pace al tuo bambino? Ecco qualche accorgimento per fargli trascorrere notti serene!


 

D’estate, poi, le difficoltà dei bimbi ad addormentarsi (e, soprattutto, a dormire bene e senza interruzioni per tutta la notte) sono decisamente maggiori. Caldo, insetti e altri fastidi possono compromettere la quantità e la qualità del sonno, e gli effetti sono noti a tutte le mamme: bambini più stanchi, irritabili e nervosi

Di seguito ti forniamo qualche semplice consiglio su come far dormire un neonato in estate!

 

Notti accaldate

In città, le notti d’estate sono quasi sempre tormentate. Il caldo non dà tregua né agli adulti né ai bambini, e gestire questo problema non è sempre facile.

È però possibile migliorare la situazione seguendo alcuni semplici trucchi. Di giorno, abbassa completamente le tapparelle e chiudi finestre e persiane, per evitare che sole e caldo entrino in casa. Dopo il tramonto, spalanca tutto e arieggia la casa, cercando di creare un po’ di corrente; al momento della nanna, invece, lascia aperta la porta della cameretta in modo far circolare l’aria, e se hai un condizionatore accendilo prima che il piccolo si addormenti.

Non è solo il caldo a procurare fastidio, ma anche l’umidità. Nella stanza del bambino, il livello di umidità non deve mai superare il 60%: per essere certa di non oltrepassare questa soglia, puoi utilizzare un deumidificatore, che ti permetterà anche di purificare l’aria. La temperatura della cameretta, invece, dovrebbe essere tra i 20 e i 26 gradi.

Ricordati che l’abbigliamento del neonato gioca un ruolo fondamentale: scegli un pigiamino di cotone leggero o di altri tessuti in fibra naturale.

Nonostante questi accorgimenti il sonno del piccolo continua a essere agitato? La soluzione ideale è allontanarsi dalla città e partire verso aree più fresche e ventilate: il clima delle località di lago, di collina e di montagna garantiscono notti molto più serene!

Come far dormire un neonato in estate

 

Zanzare, che fastidio!

I bambini piccoli attraggono le zanzare come una calamita: vedere faccine tristi, braccia e gambe ricoperte da punture e sonni agitati è una stretta al cuore per tutte le mamma!

Per proteggere i bimbi da questi insetti indesiderati è fondamentale installare zanzariere alle finestre di casa; in alternativa, si possono mettere attorno alla culla e al lettino.

Da evitare, invece, i vari oggetti anti-zanzare (dagli spray agli zampironi, dagli ultrasuoni ai repellenti) che, se usati frequentemente, possono risultare tossici. Piuttosto, scegli le versioni “light” create appositamente per i bambini, come le lucine a ultrasuoni, prive di effetti collaterali.

 

Alla larga dalla luce

Si sa, in estate le giornate si allungano: alle nove di sera c’è ancora luce! Questo fatto, però, può avere effetti negativi sul sonno dei più piccoli, che hanno bisogno del buio più assoluto per dormire sereni.

Per far dormire un neonato nonostante la luce, il segreto è adattare le sue abitudini ai nuovi ritmi della giornata. Niente cambiamenti drastici: basterà rimandare di un’ora tutti gli appuntamenti della sua routine (sveglia, pranzo, bagnetto, ora della nanna...) per adeguare naturalmente l’organismo al ciclo solare.

Se la cameretta dispone di un terrazzino o un balcone, puoi riempire questo spazio con delle piante per creare uno “schermo naturale” dal sole e dal caldo. Un’altra idea è quella di mettere in camera una tenda da interno di colore bianco per respingere i raggi solari.

 

Acqua e nanna

Quando il caldo è eccessivo e il bambino è assetato bisogna dargli da bere anche nelle ore notte? Nei primi mesi di vita, per il bambino sarà sufficiente il seno materno, senza integrazioni di acqua.

Se il bimbo è più grandicello, invece, si può tranquillamente dargli un bicchiere d’acqua se lui si sveglia assetato, ma non è necessario svegliarlo appositamente per dargli il biberon.

 

Dormire bene in estate può essere difficile ma è senz’altro possibile: con qualche piccolo trucco riuscirai ad assicurare al tuo bambino tutto il riposo di cui ha bisogno!


trucchi e consigli per addormentare il tuo bambino