<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=512899172469810&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

I 10 migliori giochi d’autunno per bambini

Ecco quali sono i migliori giochi da fare in autunno, all’aperto e in casa.

Scritto da Miniland

ottobre 1, 2018

Tempo di lettura: 3 minuti

L’autunno è fatto per stare in casa? Non necessariamente: è bello giocare nella propria cameretta, al calduccio, ma anche uscire per godersi le ultime giornate di sole dell’anno. Ecco quali sono i migliori giochi autunnali da fare dentro casa e fuori casa.

Strana stagione, l’autunno. Inizia a fare freddo, ma ci sono ancora giornate piene di sole e di calore. Si comincia a voler restare in casa, tra coperte e bevande calde, però allo stesso tempo si desidera uscire all’aria aperta per godersi la natura un’ultima volta prima del letargo invernale.


 

Anche per i bambini è così: dopo una stagione passata all’aperto, i giochi “casalinghi” tornano a essere interessanti, ma i più piccoli hanno ancora voglia di correre, saltare e divertirsi sui prati e nei parchetti.

Quali sono, quindi, i migliori giochi d’autunno per i bambini? Ecco le nostre proposte “outdoor” e “indoor”.

I 10 migliori giochi d’autunno per bambini

Giochi autunnali da fare all’aperto

 

1 - Aquilone

Il gioco può iniziare già dentro casa, costruendo l’aquilone con carta, spago e bastoncini. E poi… basta andare in un bel prato, correre e far volare l’aquilone in alto, sempre più in alto.

È un gioco che viene spesso associato all’estate, ma va benissimo anche farlo volare in autunno, anzi: fa meno caldo e si suda di meno. L’unica cosa importante è vestire il piccolo in modo adeguato.

 

2 - Bolle di sapone

Le bolle di sapone esercitano sempre un grande fascino. Si può optare per il classico barattolino che si acquista in negozio, ma si possono anche creare le bolle a casa. Basta utilizzare acqua e sapone liquido: e si potranno creare bolle giganti che incanteranno i bambini.

 

3 - Foglie secche

Raccogliere le foglie secche, con i loro meravigliosi colori rossastri e dorati, è una delle attività più semplici che si possano fare, ma anche una di quelle che regala maggiori soddisfazioni. Perché poi le foglie possono diventare le protagoniste di bellissimi lavoretti autunnali, da appendere in casa e da conservare per ricordo.

 

4 - Castagne

Se si ha la fortuna di abitare vicino a un bosco, andare a raccogliere le castagne è un’attività perfetta. E poi? Ovviamente, il passaggio successivo è cucinare le castagne raccolte e mangiarle tutti insieme. Il tuo bambino capirà fin da subito quante soddisfazioni può regalare mangiare qualcosa che è stato cercato, raccolto e cucinato con le proprie mani.

 

5 - Pozioni magiche

Te li ricordi quegli intrugli a base di terra, acqua, foglie secche e qualsiasi altra cosa possa essere trovata per terra? I bambini ne vanno pazzi: i maschietti di solito preparano “pozioni magiche”, le femminucce “piatti prelibati”, ma la materia prima è sempre la stessa. E l’autunno è la stagione ideale per questo calderone (disgustoso o delizioso, dipende dal bambino che fa il gioco!).

I 10 migliori giochi d’autunno per bambini

Giochi autunnali da fare in casa

 

6 - Costruzioni

È uno dei giochi preferiti dai bambini, perfetto per sviluppare la fantasia, la manualità, la pazienza e la precisione. Inoltre si presta a essere fatto in compagnia di un’altra persona (un adulto, ma anche un altro bambino), aiutando a sviluppare le capacità relazionali.

Le costruzioni possono essere di ogni tipo, dai Lego ai mattoncini in legno, e chi più ne ha più ne metta. Come scegliere il modello giusto? In base all’età del bambino: fino al primo anno di vita sono consigliate le costruzioni morbide, mentre a partire dal secondo, quando il piccolo comincia ad affinare il senso dell’equilibrio e delle relazioni spaziali, i mattoncini in legno sono l’ideale. Il bambino li utilizzerà per costruire bellissime torri…. che verranno puntualmente distrutte (i piccolissimi adorano farlo!), per poi essere ricostruite e perfezionate.

 

7 - Bambole

Si tratta di uno dei giochi più tradizionali, nonché uno dei più amati. Anche in questo caso, le tipologie in commercio sono tantissime, da quelle steineriane, dai tratti somatici appena abbozzati per lasciare più spazio alla fantasia, a quelle con qualche dettaglio più realistico. Una cosa è certa: quando la tua bambina troverà quella giusta, quella che sembra fatta apposta per lei, non la lascerà più.

 

8 - Macchinine

I maschietti le adorano, e ce ne sono di tante, tantissime tipologie. I bambini più grandicelli potranno giocare con i modelli più piccoli, ma ci sono automobiline pensate per i piccolissimi: perfettamente sicure, colorate e dotate di effetti sonori e luminosi, per sviluppare i sensi del bambino.

 

9 - Peluche

I peluche sono amici fedeli che accompagnano il bambino durante la sua crescita. D’altronde è il primo giocattolo con cui il bambino si è trovato a condividere la culla: il suo doudou lo ha aiutato a sentirsi meno solo durante le prime notti, i primi mesi. Per questo è così importante che un bambino abbia il suo peluche preferito: per rassicurarsi e tranquillizzarsi, per sentirsi più sicuro e per affrontare con più serenità il mondo esterno. Che peluche comprare? Proprio perché è un oggetto che sta a contatto con il bambino per tante ore, meglio sceglierlo di un materiale naturale, che riduca la possibilità di irritazioni.

 

10 - Giochi musicali

La musica gioca un ruolo fondamentale nella crescita cognitiva dei bambini e nello sviluppo della loro immaginazione. I giochi sonori aiutano il piccolo ad affinare la loro sensibilità musicale: dai veri e propri strumenti musicali in miniatura (la tastierina, la chitarra, i tamburelli) ai giochini che si illuminano ed emettono suoni e melodie, il tuo bambino ha a disposizione un mondo di musica tutto da scoprire.


 New Call-to-action