<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=626963990746485&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Home Condividi

Arriva la Befana! Ecco i migliori giochi da mettere nella calza

Per chi non si accontenta delle solite monete di cioccolato o delle classiche caramelle, ecco cosa regalare il giorno dell’Epifania!

Scritto da Miniland

gennaio 2, 2017

Tempo di lettura: 3 minuti

L’Epifania è l’ultima festività in cui puoi “viziare” un po’ il tuo bambino! Se non vuoi riempire la calza della Befana con i soliti dolcetti (buoni, ma meglio non esagerare!) ti forniamo qualche valida alternativa.
  • Con l’Epifania viene ufficialmente sancita la fine delle festività natalizie. Proprio per questo motivo, è importante non trascurare questo giorno e celebrarlo in modo appropriato: il tuo piccolo ha tutto il diritto di concludere le vacanze in modo speciale!


Tutti sanno cosa succede la notte dell’Epifania, tra il 5 e il 6 gennaio: la Befana, una vecchietta a cavallo di una scopa volante, si ferma nelle case dei bambini e lascia dolciumi e piccoli doni in una calza, solitamente appesa al camino o sulla porta. Ma da dove nasce questa leggenda?

La figura della Befana ha origini molto antiche, risalenti all’età pagana: inizialmente collegata ai riti propiziatori per favorire il raccolto dell’anno appena iniziato, questa tradizione venne poi inclusa tra le festività romane e in seguito, dopo un’iniziale condanna, venne adottata anche dal Cristianesimo, che le associò una leggenda: quando nacque Gesù Bambino, i Re Magi, guidati dalla Stella Cometa, attraversarono molti paesi per giungere a Betlemme e portare in dono a Gesù oro, incenso e mirra. Durante il loro viaggio, gli abitanti dei villaggi che visitavano si univano a loro per rendere omaggio al Bambino. Solo una vecchina non volle venire: se ne pentì poco dopo, ma ormai i Re Magi erano lontani e non le fu più possibile raggiungerli. Da allora, questa donna, nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, passa di casa in casa per portare ai bambini buoni i doni che non è riuscita a portare a Gesù.

Ai tempi dei nostri nonni l’arrivo della Befana era molto sentito: nella calza venivano lasciati mandarini, noci, castagne e qualche dolciume. I bambini sapevano che dovevano fare i bravi, perché altrimenti, al posto di queste dolci sorprese, avrebbero trovato… del carbone!

Oggi questa abitudine è ormai superata (a massimo adesso viene regalato il carbone “dolce” di zucchero!) e, accanto a caramelle e cioccolatini, nella calza trovano posto anche piccoli giocattoli.

Arriva la Befana! Ecco i migliori giochi da mettere nella calza

Qualche consiglio sui giocattoli da regalare all’Epifania? Il primo suggerimento è quello di scegliere giochi di dimensioni contenute, in modo che riescano ad entrare nella calza (anche se adesso sul mercato esistono calze XXL!). Quindi, via libera a pupazzetti (magari quelli galleggianti da mettere nella vasca durante il bagnetto) e ad automobiline: piccoli giochini, che però sono sempre graditi!

Un'altra idea è quella di riempire la calza con pennarelli, matitine, pastelli a cera o tempere: potrebbe essere una bella occasione per trascorrere il giorno dell’Epifania a colorare e a fare disegni insieme al tuo bambino.

Sempre nell’ottica di trascorrere la giornata insieme al tuo bambino, potresti riempire la calza con giochi per famiglie da fare tutti insieme: ad esempio, perché non regalare delle carte da Memory? In questo modo non solo ti divertirai, ma potrai anche aiutare il tuo bambino a sviluppare le sue capacità mnemoniche.

Ma il Memory non è l’unico gioco con le carte che puoi far fare al tuo bambino. Una valida alternativa sono le carte di Propp per inventare le favole: creare storie insieme è proprio un bel modo per trascorrere l’ultimo giorno delle vacanze!

Ecco qualche ultima idea regalo:

  • costruzioni
  • figurine
  • libricini
  • puzzle
  • pasta da modellare
  • bamboline

E se non vuoi rinunciare del tutto alla tradizione, associa a questi giocattoli qualche dolcetto, magari preparati in casa da te: saranno più buoni, sani e nutrienti rispetto a quelli confezionati.

Insomma, non c’è bisogno di strafare: bastano pochi, semplici pensierini e potrai regalare al tuo bambino un’Epifania all’insegna del gioco!


New Call-to-action